25.1 C
Comune di Massa
domenica 21 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Alluvione, Prato approva variazione di bilancio da 7.1 milioni per i danni

PRATO – Alluvione, Prato approva variazione di bilancio da 7.1 milioni per i danni.
Il Consiglio Comunale di Prato approva la variazione al Bilancio 2023 di 7.1 milioni di euro “necessaria a finanziare gli interventi di riparazione dei danni provocati dall’alluvione del 2 e 3 novembre”. Approvazione con 19 voti favorevoli (Pd, Biffoni sindaco, Demos, Lo sport per Prato, Consiglieri indipendenti) e 11 astenuti (M5S, FdI, Lega, Centrodestra, Noi Moderati.
Come sottolinea assessora al Bilancio Benedetta Squittieri, si tratta del secondo stanziamento di risorse comunali destinate agli interventi post alluvione.  Dopo la prima variazione approvata la settimana scorsa dalla giunta e dal Consiglio – 980mila euro per le opere di somma urgenza – per un totale di 9 milioni di euro. La giunta guidata dal sindaco Biffoni aveva deciso il rinvio al 2024 della scadenza di pagamento del saldo Tari e la possibilità della rateizzazione in tre tranches per famiglie e aziende alluvionate.
Avviato anche il percorso di discussione sul Bilancio di previsione 2024 con l’approvazione delle aliquote delle imposte comunali Imu e Irpef. Come ha spiegato l’assessora Squittieri, i tributi comunali rimarranno bloccati anche nel 2024 e non subiranno aumenti.

Sindaco Matteo Biffoni: “Noi non ci scordiamo, né molliamo di un centimetro”.

Biffoni: “Ricapitolando: ammontano a oltre 2,1 miliardi di euro i danni provocati in Toscana dall’alluvione. Nell’area pratese sono stati 3500 gli ettari alluvionati, con 3725 imprese coinvolte, 30 edifici pubblici e 10.145 metri quadri di superficie residenziale coinvolta.

Per questo penso che non sia per niente interessante lasciare spazio a discussioni, accuse, recriminazioni o comunque ai discorsi e serva invece lavorare a ogni livello istituzionale per ottenere un sostegno.
Intanto come 𝗖𝗼𝗺𝘂𝗻𝗲 abbiamo fatto tutto il possibile.

Abbiamo approvato la variazione di bilancio da 𝟭 𝗺𝗶𝗹𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗶 𝗲𝘂𝗿𝗼 per 13 interventi di somma urgenza per la riparazione di danni alla rete stradale e ai cimiteri e previsto opere di ripristino straordinarie per un totale di 𝟵 𝗺𝗶𝗹𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗱𝗶 𝗲𝘂𝗿𝗼 stanziati.

Votato la 𝗿𝗮𝘁𝗲𝗶𝘇𝘇𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 del saldo della Tari per utenze domestiche e non domestiche alluvionate.

Deciso il riconoscimento di un debito fuori bilancio per circa 𝟱𝟱𝟬𝗺𝗶𝗹𝗮 𝗲𝘂𝗿𝗼 per finanziare le opere in somma urgenza nella zona franata di Figline (interventi che sono già in corso);

Approvate misure per il sostegno alle società sportive, con la riduzione del canone di gestione 2023/24 per gli impianti sportivi colpiti dall’alluvione. E per le società che hanno dovuto sostenere interventi di manutenzione straordinaria.

Non mi piace fare riferimento solo ai numeri, anche perché di mezzo ci sono spesso i ricordi di una vita, o pezzi della propria azienda. Però arrivati a questo è evidente che il Governo debba dare risposte ai Comuni, ai cittadini e alle imprese, intervenendo presto e con adeguate risorse. Questa comunità come sempre farà la propria parte. Chiediamo solo di essere rimessi nella condizione di farlo”.

Ecco in dettaglio le principali voci di spesa che compongono la variazione di bilancio approvata dal Consiglio Comunale di Prato. “Coperta mediante risparmi conseguiti dall’Ente in diversi settori e servizi, lo storno di fondi dapprima destinati alla realizzazione di interventi non aventi la caratteristica dell’urgenza. E che si è ritenuto di poter riprogrammare. E l’utilizzo di parte dell’avanzo di amministrazione derivante dal 2022.
324.750 per acquisti beni e forniture di servizi di protezione civile. 153.000 per interventi di edilizia scolastica,. 15.860 per edilizia storico munumentale ed altri immobili comunali. 50.813 per parchi e verde pubblico. 5.374.100 per il ripristino e la messa in sicurezza della rete stradale e di viabilità. 628.300 per manutenzione straordinaria dei cimiteri. 254.248 per il ripristino di aree verdi e sistemazioni varie presso il Parco di Galceti. 135.000 per la manutenzione straordinaria di edifici scolastici. 110.000 per la manutenzione straordinaria di impianti sportivi”.
“Pertanto, prosegue il Comune di Prato, la variazione, necessaria a finanziare gli interventi emergenziali  si caratterizza contabilmente per la compensazione con altre poste di spesa non urgenti e riprogrammabili. E, per la parte residua, per l’applicazione di ulteriore quota di avanzo di amministrazione determinato col rendiconto 2022. La manovra assicura nel suo complesso il mantenimento degli equilibri di bilancio”.
Avviato anche il percorso di discussione sul Bilancio di previsione 2024 con l’approvazione delle aliquote delle imposte comunali Imu e Irpef. Come ha spiegato l’assessora Squittieri, i tributi comunali rimarranno bloccati anche nel 2024 e non subiranno aumenti.
“E’ molto importante per noi arrivare all’ultimo bilancio previsionale della legislatura con aliquote ferme e senza aumenti. Inoltre non è scontato aver avviato già  l’iter del bilancio 2024, perché questo ci permetterà maggior spazio di manovra prima della fine del mandato. Con l’obiettivo di riuscire di rifinanziare quelle opere da cui ora abbiamo dovuto stornare le risorse per realizzare gli interventi urgenti di ripristino post alluvione”.

—PoliticaCINZIA GORLA

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Comune di Massa
cielo sereno
25.1 ° C
26 °
23.9 °
78 %
0.9kmh
2 %
Dom
30 °
Lun
30 °
Mar
30 °
Mer
29 °
Gio
26 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS