20.5 C
Comune di Massa
lunedì 24 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Pacificazione Nazionale a Grosseto, insieme vie Berlinguer e Almirante

GROSSETO – Pacificazione Nazionale a Grosseto, insieme vie Berlinguer e Almirante.

La giunta di centrodestra Vivarelli Colonna ha ratificato il verbale della Commissione toponomastica relativo alla decisione di intitolare alcune vie del nuovo complesso Borgo Nuovo.

La strada che collegherà Largo delle Nazioni agli edifici in costruzione, si legge in una nota del Comune di Grosseto, prenderà il nome di via della Pacificazione Nazionale. Si dividerà su due tratti: via Giorgio Almirante, a destra, intitolata al segretario Msi, e via Enrico Berlinguer, a sinistra, intitolata al segretario Pci.

Ed è subito polemica.
 
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna: “E’ sicuramente un progetto molto importante che c’eravamo prefissati di raggiungere. Intitolare queste strade alla ‘Pacificazione Nazionale’ e a personalità così significative per la storia democratica italiana rappresenta la volontà della nostra Amministrazione di onorare e rispettare la loro memoria e il ricordo comune“.
Il Pd con i deputati Emiliano Fossi, segretario Pd Toscana, e Marco Simiani: “Una operazione che si è palesemente rivelata una forzatura e che non tiene conto della storia del territorio. Nella nostra provincia Giorgio Almirante non è soltanto il fondatore del Msi, è soprattutto il Capo di Gabinetto del Ministero della Cultura Popolare che nel 1944 proclamò un ignobile bando pubblico per la immediata fucilazione di chi non collaborava con il regime nazista. Un atto riconosciuto veritiero anche da una successiva inchiesta giudiziaria. Ancora una volta il sindaco dimostra di non conoscere gli eventi passati e di non avere alcuna sensibilità politica e istituzionale necessaria per rappresentare l’intera comunità. Ci opporremo con forza a questa decisione”.
Gruppo consiliare Pd: “Purtroppo il sindaco Vivarelli Colonna a cui basta, come ha recentemente dichiarato, di candidarsi a qualsiasi cosa pur di continuare nella sua visione politica,  ha preso ogni mano dei suoi componenti di giunta e ratificando il verbale della commissione toponomastica, le ha messe insieme alla sua per dare l’ennesimo ceffone alla stragrande maggioranza dei grossetani“.
Anpi, con comitato provinciale Norma Parenti e sezioni Carla Nespolo ed Elvio Palazzoli: “Vogliamo ricordare a tutti che Giorgio Almirante è stato un fascista al servizio dei nazisti che occuparono l’Italia, un ferale connubio che ha causato tanti lutti anche nella nostra provincia. Questa notizia fa ancora più male perché il 22 marzo, ricorre il 79esimo anniversario dell’eccidio di Maiano Lavacchio. Undici giovani vennero fucilati dai fascisti della cosiddetta Guardia repubblicana dopo un rastrellamento condotto con la Feldgendarmerie tedesca. Tra i mandanti morali di quell’eccidio vi era proprio il Capo Gabinetto Giorgio Almirante, come risulta dal manifesto che la prefettura di Grosseto fece affiggere”.
 
—PoliticaREDAZIONE

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Comune di Massa
cielo coperto
20.5 ° C
21.1 °
17.2 °
84 %
2.8kmh
90 %
Lun
21 °
Mar
22 °
Mer
23 °
Gio
24 °
Ven
23 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS