27.2 C
Comune di Massa
giovedì 20 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Teatri di Pistoia, il disastro del Vajont di Marco Paolini

PISTOIA – Teatri di Pistoia, al Bolognini il disastro del Vajont di Marco Paolini
Trenta anni fa il racconto del Vajont era la voce e il corpo di Marco Paolini.
Lunedì 9 ottobre 2023 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia, nel 60esimo anniversario della tragedia del Vajont che il 9 ottobre 1963 costò la vita a 2000 persone, diventerà VajontS 23.
Con ingresso libero.
Azione corale di teatro civile in scena in contemporanea in 130 teatri dall’Alto Adige alla Sicilia e anche all’estero.
A Pistoia VajontS 23 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini alle ore 21.30 con la produzione di ATP – Teatri Di Pistoia Centro di Produzione Teatrale, in collaborazione con Teatro Laboratorio della Toscana/ Compagnia Lombardi-Tiezzi. Un progetto di Marco Paolini per La Fabbrica del Mondo
realizzato da Jolefilm in collaborazione con Fondazione Vajont.
Sarà Annibale Pavone, che ha curato l’adattamento del testo, a condurre questa creazione che vede protagonisti, con lui, sul palcoscenico sette giovani attori e attrici, ovvero gli allievi selezionati la scorsa estate dal Teatro Laboratorio della Toscana, diretto da Federico Tiezzi. Salvatore Alfano, Pasquale Aprile, Sem Bonventre, Monica Buzoianu, Sebastiano Caruso, Valentina Corrao, Antonio Perretta. Saranno gli artisti di domani, allievi di questo progetto di formazione di grande valore, fondato da Federico Tiezzi, nella stagione 2007-2008, a farsi testimoni presso il pubblico e i loro coetanei di una storia drammatica che non deve ripetersi.
La storia del Vajont riscritta, 25 anni dopo il racconto televisivo, da Marco Paolini con la collaborazione di Marco Martinelli, drammaturgo e regista del Teatro delle Albe, non è più solo un racconto di memoria e di denuncia sociale, ma diventa una sveglia. La narrazione di quel che è accaduto si moltiplica in un coro di tanti racconti per richiamare l’attenzione su quel che potrebbe accadere.
Paolini: “Quella del Vajont è la storia di un avvenimento che inizia lentamente e poi accelera. Inesorabile. Si sono ignorati i segni e, quando si è presa coscienza, era troppo tardi. In tempo di crisi climatica, non si possono ripetere le inerzie, non possiamo permetterci di calcolare il rischio con l’ipotesi meno pericolosa tra tante. Tra le tante scartate perché inconcepibili, non perché impossibili».
VajontS 23 sarà come un canovaccio. Ci sarà chi lo metterà in scena integralmente, chi lo userà come uno spunto e lo legherà alle tante tragedie annunciate che si sono succedute dal 1963 a oggi: in Toscana l’alluvione di Firenze del 1966, in Piemonte si racconterà di quando il Po e il Tanaro esondarono nel 1994, in Veneto delle alluvioni del 1966 e del 2010, in Campania della frana di Sarno del 1998, in Friuli degli incendi del Carso nel 2022, in Alto Adige della valanga della Marmolada del 3 luglio del 2022 e in Romagna dell’alluvione di maggio.
 

—Cultura ed EventiREDAZIONE

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Comune di Massa
cielo sereno
27.2 ° C
28.4 °
26 °
60 %
1.8kmh
0 %
Gio
31 °
Ven
27 °
Sab
24 °
Dom
24 °
Lun
24 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS