20.5 C
Comune di Massa
lunedì 24 Giugno 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Alluvione a Vaiano, sindaco a Mattarella e Meloni: “Iva lavori messa in sicurezza tassa su disgrazia”

Appello di Primo Bosi per azzerare Iva o ridurla a 4%: "Stima interventi 20 milioni più Iva 22%. Aliquota iniqua". Vaiano in Val di Bisenzio, provincia di Prato, tra i Comuni più colpiti da alluvione

Getting your Trinity Audio player ready...

VAIANO – Alluvione a Vaiano, sindaco a Mattarella e Meloni: “Iva lavori messa in sicurezza tassa su disgrazia”.

Appello al Governo e al presidente della Repubblica Mattarella da Primo Bosi, sindaco del Comune di Vaiano, tra i Comuni più colpiti dall’alluvione del 2 novembre scorso.

Vaiano in Val di Bisenzio, provincia di Prato, dove sono stati messi in ginocchio dall’alluvione anche i Comuni di Cantagallo e Vernio.

Il sindaco di Vaiano ha scritto alla presidente del Consiglio Giorgia Meloni e al ministro dell’Economia e Finanze Giancarlo Giorgetti, per chiedere “di azzerare l’aliquota IVA, o almeno ridurla alla misura del 4%, su tutti gli interventi necessari alla messa in sicurezza dei territori colpiti da eventi di natura calamitosa”.

Scrivendo, con gli stessi contenuti, anche al presidente della Repubblica.

Il sindaco Bosi ringrazia Sergio Mattarella “per il grande servizio che rende alla Repubblica” e gli chiede di intervenire sul Governo per sollecitare il provvedimento.

Bosi: “La sera del 2 novembre scorso il territorio che amministro è stato colpito da precipitazioni meteoriche eccezionali. Che hanno comportato lo straripamento del fiume Bisenzio e dei torrenti che afferiscono al reticolo fluviale minore. I costi per la ricostruzione tra interventi di somma urgenza per la messa in sicurezza delle persone e delle strutture e gli interventi di ricostruzione, secondo una prima e sommaria stima, si avvicinano alla soglia dei 20 milioni di euro. A questi vanno poi aggiunti i costi dell‘Iva al 22% che producono un ulteriore aumento della cifra finale occorrente”.

Il sindaco di Vaiano: “Riteniamo iniquo applicare l’aliquota ordinaria per gli interventi di messa in sicurezza e di risistemazione di territori flagellati da eventi calamitosi di natura eccezionale e arriviamo a considerarla una tassa sulla disgrazia.  “Per una amministrazione pubblica l’Iva rappresenta, senza ipocrisia, un ulteriore costo da sostenere”.

Bosi ricorda che attualmente le aliquote IVA standard in Italia sono tre. “Quella del 22% applicata alla maggior parte dei beni e dei servizi. Quella del 10% applicata a beni e servizi specifici. L’ultima ridotta del 4% applicata a beni di prima necessità come alcuni prodotti alimentari di base”.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Comune di Massa
cielo coperto
20.5 ° C
21.1 °
17.2 °
84 %
2.8kmh
90 %
Lun
21 °
Mar
22 °
Mer
23 °
Gio
24 °
Ven
23 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS