25.1 C
Comune di Massa
domenica 21 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Capodanno a Scandicci: Piero Pelù, Ginevra di Marco e Bandabardò

Sul palco in piazza della Resistenza conduce Paolo Hendel. Evento promosso dal Comune di Scandicci. Ingresso libero

Getting your Trinity Audio player ready...
SCANDICCI – Capodanno a Scandicci: Piero Pelù, Ginevra di Marco e Bandabardò.
Capodanno a Scandicci in piazza della Resistenza promosso dal Comune di Scandicci, sindaco Sandro Falleni, organizzato da La Scena Muta, presentato da Paolo Hendel.
Con ingresso libero.
Stazioni Lunari atterra in Piazza della Resistenza a Scandicci il 31 dicembre 2023 con una line-up assolutamente inedita.
Nella notte di Capodanno Ginevra Di Marco, Piero Pelù e Bandabardò per la prima volta sul palco tutti insieme.

Idea e direzione artistica di Francesco Magnelli. Ginevra Di Marco padrona di casa con Francesco Magnelli e Andreino Salvadori, Piero Pelù e la Bandabardò, che in questo concerto vede in formazione Finaz, Nuto, Don Backi e Orla sono gli ospiti d’eccezione per questa nuova Stazioni Lunari. Accompagnati sul palco anche da Pino Gulli alla batteria e Roberto Beneventi alla fisarmonica. Una super band per un ultimo dell’anno che si preannuncia pieno di energia folk elettrica. Canteranno e suoneranno insieme canzoni dal loro repertorio e si divertiranno a suonare alcune cover.

Claudia Sereni, assessora alla Cultura del Comune di Scandicci: “Volevamo salutare il 2023 con un Capodanno capace di tenere insieme tutti con grande energia grazie ad un programma unico che facesse venire la voglia di uscire di casa per vivere con noi l’emozione di questo momento. Così nasce l’idea un po’ folle di mettere insieme questo gruppo entusiasmante di artisti che hanno fatto grande la piazza musicale fiorentina. Ripartendo però da dove ci eravamo lasciati, con l’ultimo Capodanno fatto in piazza nel 2019 con Bandabardò e Enriquez in uno dei suoi ultimi concerti. Questa festa è dedicata a lui e al nostro Sergio Staino che sarà con noi anche grazie alla presenza di Paolo Hendel, amico fraterno di Sergio, che condurrà la serata. Sarà un Capodanno di pure emozioni”.

Stazioni Lunari nasce da un’idea di Francesco Magnelli (componente fondatore di C.S.I. e P.G.R.), pianista, compositore, arrangiatore. “Spinto dalla necessità interiore di interagire con altre esperienze musicali – poichè è anche attraverso queste che si determina la propria crescita artistica – si ritrova nel tempo alla ricerca di un terreno fertile (da sempre desiderato) dove la musica, e non quello che ci ruota intorno, è l’unica vera protagonista.

La voglia è quella di creare un porto, un punto di attracco per tutti gli artisti (siano essi musicisti, cantanti o esponenti delle forme d’arte più varie) che hanno la spinta e la curiosità di confrontarsi con gli altri, di trovare un proprio centro all’interno di una squadra, perché Stazioni Lunari abbatte l’idea del frontman a favore di una squadra a più voci. Gli artisti sono tutti sul palco per l’intera durata dello spettacolo e quando non cantano o suonano, ascoltano gli altri dalla loro postazione così da dare un messaggio importante al pubblico sull’importanza dell’ascolto. E’ una grande festa piena di energia dove si abbatte l’idea di “genere musicale ” e dove artisti che provengono da esperienze diverse possono confrontarsi, condividere o semplicemente ascoltarsi, forti della convinzione che anche approcci differenti alla musica costituiscono infondo un caleidoscopio di sensibilità che genera bellezza”.

Ginevra Di Marco, “una delle più raffinate interpreti del panorama italiano, la sua esperienza spazia dalle sonorità trasversali e ricercate dei CSI, di cui era una delle anime e con cui ha condiviso dieci anni di storia artistica, alla world music, fino alla rilettura di alcuni dei nomi del cantautorato italiano. La sua ricerca – costante – è guidata dall’istinto e dalla voglia di esplorare, di riportare alla luce, di dare nuova vita. Come un’esploratrice della musica, Ginevra scende là dove non va nessuno per riportare alla luce rarità: gioielli tanto misteriosi quanto straordinari, che con la sua voce ritrovano linfa e vitalità.

Tra le numerose collaborazioni di questi anni non si possono dimenticare quelle con Margherita Hack, con Luis Sepúlveda e Carmen Yanez, con Cristina Donà, il progetto permanente Stazioni Lunari (con Cisco, Cristiano Godano, Simone Cristicchi, Giovanni Lindo Ferretti, Teresa De Sio, Piero Pelù, Morgan, Paola Turci, Brunori Sas, Carmen Consoli e Max Gazzè), ma anche quelle a distanza mediate solo dal tempo con Mercedes Sosa, Violeta Parra, Domenico Modugno e Luigi Tenco.
Tra i riconoscimenti ricevuti il Premio Ciampi nel 1999 e il Premio Tenco vinto nel 2000, 2009 e 2017. Il suo ultimo lavoro è Quello che conta. Ginevra canta Luigi Tenco uscito a novembre 2020.
Nel suo percorso artistico Ginevra continua ad incrociare volti, suoni, memorie, e fa suoi canti in lingue diverse, si confronta con artisti del panorama nazionale e internazionale in un continuo scambio musicale e umano.

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Comune di Massa
cielo sereno
25.1 ° C
26 °
23.9 °
78 %
0.9kmh
2 %
Dom
30 °
Lun
30 °
Mar
30 °
Mer
29 °
Gio
26 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS